🔸Standings🔸

Clicca sul calendario per vedere le classifiche Piloti e Costruttori aggiornate

CLASSIFICA PILOTI F1 2019
1	L. Hamilton     Mercedes	413
2	V. Bottas       Mercedes	326
3	M. Verstappen   Red Bull	278
4	C. Leclerc      Ferrari 	264
5	S. Vettel       Ferrari 	240
6	C. Sainz	McLaren 	96
7	P. Gasly 	Toro Rosso	95
8	A. Albon	Red Bull	92
9	D. Ricciardo	Renault  	54
10	S. Perez	Racing Point	52
11	L. Norris	McLaren 	49
12	K. Raikkonen    Alfa Romeo	43
13	N. Hulkenberg   Renault  	37
14	D. Kvyat        Toro Rosso	37
15	L. Stroll       Racing Point	21
16	K. Magnussen    Haas    	20
17	A. Giovinazzi	Alfa Romeo	14
18	R. Grosjean	Haas    	8
19	R. Kubica	Williams	1
20	G. Russell	Williams	0
CLASSIFICA COSTRUTTORI F1 2019
1	Mercedes	739
2	Ferrari 	504
3	Red Bull	417
4	McLaren 	145
5	Renault 	91
6	Toro Rosso	85
7	Racing Point	73
8	Alfa Romeo	57
9	Haas    	28
10	Williams	 1

Riflessioni sul Mondiale di F1 2019 dell’utente Nighthawk

~ McLaren ~

Un pò di alti e bassi per Norris…una stagione che non ha fatto urlare al miracolo, ma nel complesso sufficiente. Discorso diverso per Sainz… sempre sul pezzo a parte qualche gara sfigat@…una stagione da leone per lui, che, rifiutato da Red Bull prima e Renault poi, si è preso una bella rivincita.

Promossa la McLaren…dopo il 6° posto (regalato) del 2018, l’obiettivo era diventare primi degli altri, e così è stato.
Per il 2020 l’obiettivo è infastidire la Red Bull e puntare a qualche podio occasionale ottenendo il 4° posto in scioltezza. Per il 2021 si vedrà…non sarà facile, ma perlomeno ora abbiamo una leadership solida, nuovi sponsor, e tecnici validi…presto avremo anche una galleria del vento nuova e i motori Mercedes. Dopo anni disastrosi nei quali siamo anche arrivati al punto di dubitare della sopravvivenza della McLaren, ora finalmente il futuro appare più sereno.

~ Vincitori ~

Mercedes: 6 titoli di fila e tutti gli altri a guardare. La monoposto tedesca non è proprio sempre al top ma quando (raramente) manca la prestazione subentrano una gestione pressochè perfetta, una capacità di sviluppo al top e un’affidabilità inarrivabile. Hamilton imperiale, supportato in tutto e per tutto dal suo team e da un Bottas che continua a recitare bene il suo ruolo da scudiero. I rivali dicono ”guardiamo al 2020”, ma sappiamo già tutti come finirà…

~ Honda ~

Dopo un debutto disastroso i giapponesi, a furia di pompare soldi, mettono finalmente in campo un motore capace di portare la Red Bull alla vittoria e di infastidire Mercedes e Ferrari in più di un’occasione. L’affidabilità c’è ma può essere migliorata.
Per Red Bull, tuttavia, l’annata non è poi cosi buona…secondo le parole dell’oracolo Marko, il passaggio ad Honda avrebbe dovuto garantire il tanto atteso salto di qualità, ma a conti fatti i bibitari si ritrovano esattamente nella stessa posizione di prima, terzi.

~ Sconfitti ~

Renault: I francesi si sentivano molto sicuri di sè, specialmente dopo l’arrivo di un semi-top driver come Ricciardo…e invece se ne tornano a casa con le pive nel sacco…battuti dalla McLaren a livello di costanza di rendimento e in alcune gare anche a livello di prestazione pura. Noi abbiamo molta strada da fare x sfidare i top 3, ma la sensazione è che loro ne abbiano pure di più.

Ferrari: Ancora una volta la stagione inizia con grandi speranze che purtroppo rimangono solo speranze. La vettura c’è, a volte è pure meglio della Mercedes, ma troppi troppi errori di gestione, a volte anche grossolani…strategie poco azzeccate, e 2 piloti che nonostante le dichiarazioni di facciata non sembrano andare troppo d’accordo. Vettel sembra aver perso lo smalto dei tempi migliori e Leclerc, per quanto veloce, sembra ancora un poco acerbo. Per togliere lo scettro alla Mercedes la strada è ancora in salita…

Williams: Matematicamente ultimi già da inizio campionato…una stagione disastrosa oltre ogni limite, con una vettura pessima, una gestione pessima, e sostanzialmente un pilota solo. Onore a Kubica per il coraggio di averci provato, ma non ha funzionato neanche un pò…Russell dal canto suo fa sempre quel che può, ovvero battere Kubica.
Il futuro (ammesso che ce ne sia uno) appare grigio…