103 pensieri su “GP Gran Bretagna – Silverstone

  1. From “LaGazza” (parte4)

    Di certo i suoi frutti li sta dando, sebbene di recente Seidl abbia lamentato di non poter compe- tere, in quanto a investimenti, con i team di vertice. Ugual- mente è chiaro il nuovo indiriz- zo. Con due piloti fin qui eccel- lenti. Sainz per concretezza e affidabilità. Norris per la sicu- rezza nonostante la scarsa espe- rienza e per l’efficacia in quali- fica (7-3 per lui il parziale sul collega spagnolo). La McLaren li ha confermati, togliendo quindi definitivamente dalle loro teste l’ombra di Fernando Alonso, presenza indefinita in quanto a ruolo ma ingombrante per ca- rattere e carisma. Senza di lui ci sono meno pressioni e tensioni. Il resto lo sta facendo la MCL34 color papaya. E soprattutto lo fanno i i suoi sviluppi: la buona gestione delle gomme, parago- nabile solo quella della Merce- des (non a caso Woking ha vota- to contro il possibile ritorno alle Pirelli 2018). E la positiva per- formance nei tratti di curve len- te. Caratteristiche affinate stra- da facendo: Sainz, per dire, i suoi 38 punti li ha fatti negli ul- timi 7 GP, i primi 3 erano andati malissimo. Il tutto con l’obietti- vo, manifestato da Seidl, di chiudere il più in alto possibile, come punti e come prestazioni. E da lì ripartire nel 2020.

    (End) 😉

    Piace a 1 persona

            • Io non capisco questa smania di dover per forza introdurre qualcosa di ”nuovo” ed ”eccitante” che poi si traduce sempre in qualche cag@ta pazzesca…
              Capisco che gli organizzatori vivano perennemente tra due fuochi e cioè le richieste (pretese) delle grandi case automobilistiche (le quali sono consce del fatto che senza di loro la F1 crollerebbe come un castello di carte) e le richieste dei fan ai quali questa formula palesemente non piace…ma è così difficile fare un passo indietro e tornare un una formula più semplice? Possibile che ci sia bisogno di tutte queste supercazzole regolamentari e proposte tecniche da circo?

              bah… -_-

              Mi piace

              • Infatti, a maggior ragione che da qualche anno non abbiamo più politicanti puri al vertice, ma gente che ha vissuto la F1 in prima persona come Todt e Brown, e invece non è cambiato nulla.
                Il fondo a mio parere si toccò a metà degli anni 2000 quando distrussero le Qualifiche, abbandonando i 12 giri a testa, ovvero 4:tentativi,per passare alle Qualifiche in due manche sabato e domenica con la somma dei tempi, roba da crimine contro l’umanità…
                Adesso che già le qualifiche fanno schifo, cercano pure di peggiorarle…

                Mi piace

                • eh già…sostanzialmente non penso si sia mai stati più di 2 anni di fila senza cambiare qualcosa 😦
                  ‘sta gente non capisce che i fan (quelli veri) vogliono tornare ai vecchi tempi…quando la F1 sarà anche stata più ignorante ma anche più eccitante e genuina
                  Adesso anche quando c’è qualche duello in pista a me sembrano tutti finti…non sai mai se è il drs, se sono le gomme che sono in stato di grazia un giro e completamente andate quello dopo, se è il bottone magico, se è perchè uno dei due sta risparmiando carburante o gli è andata un mosca nella centralina…

                  Mi piace

  2. From “LaGazza” (parte3)

    «In Formula 1 non esiste la ma- gia». E’ la frase, emblematica, ripetuta spesso negli ultimi me- si da Andreas Seidl, l’uomo nuovo. Il team principal tedesco arrivato dal Wec che sta firman- do la rinascita del secondo team più vincente della storia. Ha 43 anni, nell’endurance ha vinto tre titoli di fila alla Porsche (con altrettanti trionfi a Le Mans), ma la Formula 1 la conosce benad allora dice di aver trovato bu- dget esplosi e tre top team effet- tivamente imprendibili. Ma sul- la sua, di squadra, mette in guardia tutti: «Per la struttura, il know-how e il budget che ab- biamo, stiamo facendo anche meno di quel che è nelle nostre possibilità». Zak Brown lo ha ingaggiato un anno fa a Le Mans e da allora Seidl ha cominciato la sua rivoluzione. Jonathan Ne- ale è rimasto, ma con incarico più generale a tutto tondo sul- l’intera galassia McLaren. Così come Gil de Ferran, direttore sportivo con mansioni anche al progetto Indy. L’altra new entry è James Key, direttore tecnicoe per esserci già stato a lungo, alla BMW ai tempi della motorizza- zione della Williams.

    Rispetto ad allora dice di aver trovato bu- dget esplosi e tre top team effet- tivamente imprendibili. Ma sul- la sua, di squadra, mette in guardia tutti: «Per la struttura, il know-how e il budget che ab- biamo, stiamo facendo anche meno di quel che è nelle nostre possibilità». Zak Brown lo ha ingaggiato un anno fa a Le Mans e da allora Seidl ha cominciato la sua rivoluzione. Jonathan Ne- ale è rimasto, ma con incarico più generale a tutto tondo sul- l’intera galassia McLaren. Così come Gil de Ferran, direttore sportivo con mansioni anche al progetto Indy. L’altra new entry è James Key, direttore tecnico arrivato dalla Toro Rosso, con Paul James team manager e Pat Fry proprio in questi giorni in uscita. Una struttura complessa ma con dinamiche più verticali rispetto al passato. Al cui vertice ci sono Seidl e Brown.

    Piace a 1 persona

  3. From “LaGazza” (parte2)

    Mario Salvini
    C’ è un momento, più di tutti, a cui bisogna tornare per capire fi- no in fondo quel che sta facendo la McLa- ren in questo campionato 2019. Serve riarrotolare tutto fino a due anni fa, al dopo-Silverstone del 2017: allora come ora erano state corse 10 gare dall’inizio del campionato, e mentre Lewis Hamilton, esattamente come quest’anno, fluttuava tra le Union Jack, Fernando Alonso, Stoffel Vandoorne e tutti gli uo- mini di Woking tornavano dal GP di casa con 2 punti in gra- duatoria. Al decimo posto: ulti- mi. Una storia che potrebbe ri- sultare istruttiva e incoraggian- te per la Williams di oggi, e so- prattutto che sembra lontanissima. Perché adesso Carlos Sainz da solo di punti ne ha 38, e coi 22 dell’esordiente Lando Norris la McLaren, a quota 60, è al quarto posto, il primo di quel campionato che si stacca al di sotto delle impren- dibili Mercedes, Ferrari e Red Bull. Beffardamente davanti — e nemmeno di poco, di 21 punti — anche alla Renault che le forni-
    sce i motori.

    Piace a 1 persona

      • Fonte “LaGazza”

        Cinque vittorie per Woking senza i soliti dominatori.

        Ci sono un paio di espressioni che da un po’ di tempo sono entrate nel lessico della F.1: “Best of the
        Rest” e “Midfield”. Letteral- mente “Il meglio del resto” e “centro schieramento”. A indi- care tutto quel che sta al di sotto dei tre top team, come se si trat- tasse di un altro campionato. Perché dall’inizio dell’era ibri- da, nel 2014, nessuna squadra che non sia Mercedes, Ferrari o Red Bull ha mai vinto una gara, e quest’anno le cose sono peg- giorate. Nessun team del «Rest» ha fin qui mandato un pilota sul podio, nemmeno tra i primi 5. Sembra una specie di “F.2”, peraltro molto equilibrata e a suo modo avvincente. Quin- di un po’ per scherzo e un po’ per dar l’idea ne abbiam fatto la classifica, non estrapolandola dalla graduatoria reale, ma at- tribuendo al primo dei non-big di ogni gara i 25 punti, con 18 al secondo e così via (più il punto del giro veloce). In testa c’è Sa- inz, ma la lotta è serrata e so- prattutto i 10 GP fin qui corsi so- no andati a 5 diversi vincitori…

        Piace a 1 persona

  4. Nella lotta per il 4′ posto costruttori arriva la notizia che tra Germania e Ungheria la Racing Point porterà in pista una nuova monoposto, ovvero quella vera di quest’anno, come abitudine anche per la vecchia Force India…
    Idem farà forse in Germania o in Ungheria la Mercedes… Hanno omologato un nuovo telaio con tanto di crash test come per la Racing Point…

    Mi piace

  5. Parere personale!
    La Ferrari ha bisogno di Alonso per sapere quanto vale realmente Leclerc.
    Anche di un Alonso più vecchio e fuori dal giro!
    I due si stimano e rispettano a vicenda, vederli insieme sarebbe il massimo!
    Fino a che la Ferrari misura Charles con piloti i cui WDC conquistati sono per me fuffa, non sapranno mai il vero valore del loro nuovo puledro!
    Tuttavia il rischio che Fernando pieghi il giovane rampollo rosso è tutt’altro che un ipotesi azzardata e sono oltremodo sicuro che farebbe di un sol boccone tanto Norris quanto Sainz, ovvero come accaduto con Vandoorne,
    tuttavia all’attuale McLaren conviene andare avanti con l’attuale duo, ovvero per lavorare senza fiato sul collo e ivi concentrarsi ad un miglioramento ponderato e graduale.

    Mi piace

    • Non serve Alonso per capire il valore di Leclerc.
      Il Monegasco sta massacrando Vettel come quest’ultimo faceva con Raikkonen.
      Prima o poi c’è sempre uno più forte di te, indipendentemente dal fattore età…
      E’ la vita…
      Tutti i campioni hanno avuto un declino… chi non lo ha avuto è semplicemente morto prima che accadesse…
      Lauda venne messo in crisi da Piquet, che venne messo in crisi da Shumacher che venne messo in crisi da Alonso…
      Hamilton verrebbe messo in crisi da Verstappen e Leclerc in Mercedes.. Ma ha Bottas.

      Piace a 1 persona

      • Io non ci scommetterei!
        Vandoorne aveva un curriculum ragguardevole, meglio di Sainz e Norris!
        Fidati, non scommetterci su quello che affermi!
        La F1 è cambiata! Queste macchinine, collo permettendo, si possono guidare egregiamente ben oltre i 40 anni!
        E ci andrei cauto anche sullo stato attuale di Hamilton, io credo che nessuno sarebbe in grado di batterlo.
        Per intenderci Hamilton lo potrebbe battere solo Hamilton o meglio il suo ca**eggiare quotidiano che lo distoglierebbe dall’obbiettivo della competizione.

        Mi piace

      • Guarda che Vettel non ha mai massacrato Raikkonen, più che altro era lo status di prima guida del tedesco a primeggiare sul finnico.
        Solo Alonso ha massacrato Raikkonen come uno canavaccio/straccio da cucina e la storia del mezzo cucito su misura è solo una barzelletta per i polli che credono alle favole! Fernando andrebbe veloce con qualsiasi mezzo, sempre e comunque con tutti i setup e con tutti i mezzi a disposizione …, e lo sai 😉

        Mi piace

          • Naaa! Sono solo dispiaciuto che Fernando, in quel frangente, ha guidato una monoposto decisamente meno competitiva della lattina austriaca, altrimenti oggi staremmo a parlare d’altro 😝

            Mi piace

            • Sicuramente non vale 4 mondiali Vettel, se prima c’erano degli indizii ora ci sono le prove.
              Ma non sulla velocità o sulle capacità, troppo facile sminuito ora che non vince.
              E’ per come sta reagendo alle difficoltà.
              È stato preso come spesso accade in Ferrari, come condottiero, salvatore della patria.
              Dovrebbe essere rabbioso… invece si è chiuso in se stesso, si è isolato da tutto e tutti.
              Sinceramente non me l’aspettavo.
              Schumacher ci mise 5 anni per vincere il titolo in Ferrari, ma nonostante le batoste era rabbioso e motivato come non mai.
              Vettel al quinto anno di batoste sembra un pensionato davanti ad un cantiere…

              Mi piace

  6. Riccardo spinge per uno scambio di dati tra Mclaren e Renault che potrebbe far bene ad entrambe le vetture.

    Seidl risponde così :

    “As you know, our contract with Renault is valid in 2020, and then options are possible,” said the German.
    “Right now we are fully focused on working with Renault and are pleased with our cooperation.”

    Tradotto ,la possibilità di cambiare motorista è una reale eventualità, ammessa da noi stessi.
    Sta cosa un pò mi preoccupa, cambiare motorista ogni tot comporta comunque periodi di apprendimento e adattamento…

    Il 2021 potrebbe essere l’anno zero…Avere almeno un motorista collaudato potrebbe esser un valore aggiunto,forse.

    E visto che non va mai come mi auguro…HONDA 2.0 o Mercedes 2.0?

    Mi piace

    • Nel 2021 i motori cambieranno, quindi tutti saranno costretti a rivederli. Seidl non ha detto che per forza cambieremo motorista, però ha fatto capire che al momento ci sono altre opzioni. La chiusura ad una cooperazione telaistica con Renault, se devo dire la mia, sembra andare in direzione di un cambio e di un accordo in parte già fatto con altri e quindi la collaborazione non può essere ampliata. Mercedes, Toyota o Porsche? L’ultima direi che è la meno probabile. La prima, se Mercedes ritira la propria squadra è altamente probabile, trattasi di un binomio storico e un’intesa con loro forse la si trova se rispettano l’indipendenza, come ha detto tra le righe Seidl. Toyota sta in silenzio, però spesso ci sono state indiscrezioni su un loro interessamento. Anche il piano di investimenti sottoposto da Seidl è approvato dal consiglio pare andare in direzione di un intesa già avviata. Chiaramente nessuno dirà alcunché fino al 2020. Se annunci ci saranno, avverranno nella primavera 2020.

      Mi piace

      • Mah, se Mercedes si ritira non credo propio che continui come motorista.
        Il ritorno di immagine è pressoché zero e gli investimenti rimarrebbero altissimi…
        Se chiudono con la F1 chiudono e basta.
        Hanno visto poco con la McLaren come motorista, hanno dominato la F1 come Team… Perché tornare indietro?

        Piace a 1 persona

        • Senza contare che dubito se ne escano prima di “fallire” i risultati in pista.
          Dubito pure ci siano motoristi prossimi all’ingresso in F1.
          Ed assodato che Ferrari non è realistico (almeno per ora…) o si fa di Honda o si rimane Renault….O si va a trans ❤

          Piace a 1 persona

          • L’hanno già fatto in passato, dopo aver dominato. Ora potrebbero dire: abbiamo vinto tutto, surclassato tutti, non abbiamo alcunchè da dimostrare. Sono retroscena che circolano, poi il grado di veridicità lo valuteremo a fine anno, quando il board della Mercedes valuterà i programmi futuri.

            Mi piace

        • Al nuovo capo Mercedes la f1 non interessa granché. Con noi hanno vinto poco perché la McLaren aveva contro tutto e tutti. Loro hanno avuto la strada spianata. Se la McLaren avesse avuto carta bianca, come il team Mercedes, ai tempi di Newey avremmo dominato, non in maniera così schiacciante, ma sono ragionevolmente sicuro che qualche altro titolo l’avremmo vinto. Oggi siamo in un’altra epoca. Sul ritorno d’immagine, non so, oggi mi pare che le case automobilistiche lo cerchino altrove. Il punto è che Mercedes ritirandosi completamente perderebbe infrastrutture, tecnici, ecc., un ritiro parziale, come costruttore, avrebbe un impatto meno pesante. Sono ipotesi. Comunque non credo ad una mclaren Renault oltre il 2020, a meno che Renault non rinunci alla sua squadra.

          Mi piace

  7. Finalmente un bel gran premio.
    Bei duelli, bei sorpassi.
    Il più bello, a mio avviso, è quello di Leclerc su Gasly, ma ce ne sono veramente diversi.
    Pregevole il primo incrocio di traiettoria di Hamilton su Bottas con tentativo di sorpasso riuscito.
    Entusiasmante il ritorno di Bottas su Hamilton.

    Capitolo McLaren.
    Sainz come al solito consistente. Peccato per la strategia di Norris.

    La Honda sembra aver trovato prestazioni e affidabilità. Buon per loro…

    Vettel ha bisogno di una pausa di riflessione.

    Piace a 4 people

    • Sainz è riuscito a tenere dietro Gasly con gomme usate e anche a causa del duello tra Max e Leclerc stava sempre a 2-3 secondi dai due. Ma anche con Ricciardo mi è piaciuto, ieri la Renault ne aveva più di noi e grazie a lui abbiamo preso piu punti.

      Piace a 3 people

    • Diciamo che Vettel i 4 WDC li ha saputi nascondere bene ma non al sottoscritto!
      Mi fa piacere che la solidità in gara di Sainz avvalora la mia tesi sul suo conto, peccato che non è un fulmine di guerra in qualifica ma forse i suoi setup prediligono, appunto, la sostanza in gara.

      Piace a 1 persona

      • Mi sa che sul giro secco Sainz abbia molto in comune con Button… e anche con un pilota Austriaco nei suoi anni in McLaren.
        Non si tratta di privilegiare il set up per la gara, è una caratteristica o anche un limite …
        Però come i due piloti citati, poi in gara te li ritrovi davanti, con somma sorpresa dei compagni, Hamilton tempo fa, Prost molto tempo fa… e Norris ora.
        Difficile trovare nella storia un pilota che eccelle sia in qualifica che in gara, astronavi del caso permettendo

        Piace a 2 people

  8. Complimenti a Sainz.
    Non sarà un fulmine in prova, non ti ruba l’occhio ma è molto concreto e ottimo gestore di gara …

    In questo mi ricorda JB un pochino e sarebbe un grandissimo complimento .
    Adoravo Jenson.

    Norris penalizzato dalla strategia anche se avremmo potuto rimediare se avessimo avuto più ritmo.

    Dalla fine del Q1 al sabato non abbiamo più ritrovato feeling col tracciato .
    Gestione gomme e strategia ci hanno salvato il weekend .

    Adesso in Germania ,se non sbaglio.
    A naso potrebbe esserci favorevole come circuito .

    Ps a tratti una gara epica con le battaglie in pista.
    Grandissimo Leclerc

    Piace a 1 persona

    • a saperlo…
      Con i motori endotermici si era a conoscenza di tutto, chi aveva piu coppia, chi più potenza ad alti regimi chi un’erogazione più sfruttabile. Con le PU sembra che viga la massima riservatezza…
      Aggiungiamo anche il consumo di carburante e il recupero di energia a quello che hai sottolineato.

      Mi piace

      • Delle pu si capisce ben poco sul piano della potenza pura, pure perché non essere questo l’aspetto più importante. C’è anche da dire che le auto attuali sono molto pesanti: come ha sottolineato Newey la sua mclaren del 98 pesava circa 600 kg, una libellula rispetto a questi bisonti.

        Mi piace

  9. Sainz ha dichiarato che la 34 continua a crescere ma soffriamo ancora nei tratti a bassa velocità e dunque bisognerà progredire anche da questo punto di vista .

    Nel frattempo Eddie Jordan si è lanciato in una delle sue classiche previsioni affermando che nel 2020 la McLaren tornerà ai motori Mercedes O_o

    Mi piace

    • Sull’altare Mercedes, Seidl ha glissato, ribadendo che per ora siamo contenti per gli investimenti della Renault. Però sorvolare sulla domanda non implica che ci sia qualcosa di vero, può essere che serva come paravento per altro. Personalmente credo che per il 2021 si stia trattando per un accordo ufficiale, ma non mi sbilancio su quali possano essere le controparti. Certo se Mercedes ritornasse il proprio team, non ritengo che possa rassegnarsi a fornire racing point e Williams, magari preferirebbe una compagine solida e che garantisca successi a fronte di un minore impegno da parte loro (solo motore). Per contro ho dei dubbi che avvenga perché la rottura ai tempi di Dennis ha lasciato scorie da metabolizzare, per quanto la Mercedes oggi consideri un tutt’ uno i successi conquistati dalla McLaren e dalla loro squadra. È vero che quel nome, mclaren mercedes, è anch’esso un’icona.

      Piace a 1 persona

    • Norris doveva essere fatto fermare durante la safety. Comunque ancora oggi noi 8 punti Renault 7. Sainz tosto, resiste sempre agli assalti finali.
      Vettel non so se l’anno prossimo lo terranno a Maranello.
      Mercedes impressionante, ma come si fa a fare 1:27 con gomne di 30 giri? Party mode?

      Mi piace

      • Potevamo fare 6-8 forse…peccato ma meglio non lamentarsi troppo 🤷🏻‍♂️
        Vettel è in fase calante e la Ferrari non è un mostro di competitività rispetto alla sua diretta rivale (anzi deve guardarsi dalla RB) può darsi anche che Seb si prenda una pausa a fine anno…
        Mercedes fa campionato a sè, ma ormai si sapeva già…

        Mi piace

  10. Qualifiche buone per la Mclaren.
    Sainz ha mancato la Q3, vero, Norris lo ha fatto ed è il “secondo” degli altri, dietro a Ricciardo, non Mazzacane…
    Contento che in un circuito cosi esigente ci siamo confermati sul secondo di distacco, spesso tra ieri e oggi anche sette decimi… e non quel maledetto 1,3/1,8.
    A parte le due Mercedes, anche gli altri hanno avuto miglioramenti non costanti dalla q1 alla q3.

    Piace a 2 people

  11. Ridimensionati. Ma siamo dove sapevamo di essere, non possiamo pretendere sempre il miracolo. Il distacco in q3 è pesante, pensavo che almeno una vettura stesse sotto il secondo, invece siamo a sei decimi dal sesto, un irriconoscibile Vettel. Leclerc lo ha fatto a pezzi oggi.

    Piace a 2 people

    • Addirittura…non è che adesso la Renault sia indietro di 2 secondi rispetto a noi…🤷🏻‍♂️

      Leggo che probabilmente ci sono stati problemi di gomme…le dannate Pirelli e la loro finestra di funzionamento…

      Mi piace

      • Questo tracciato è la palese bilancia dei valori in campo… Solo SPA sa esser altrettanto severa.
        E non è bene vedere che la Renault ci batte proprio in un tracciato simile, specie avendoli battuti nettamente nelle ultime gare.
        Giovedì si parlava di puntare alle RB nel nostro box , almeno in qualifica .

        Dove sta la verità non lo so… Ma se si cercava la staccata definitiva sugli altri , non è arrivata minimamente .

        Mi piace

        • La Renault non ci ha raggiunto in una qualifica, e la McLaren non è diventata un fuoco di paglia ora.
          Ci sono le maledette finestre delle gomme, e in un circuito che in due giorni ha cambiato aderenza e temperatura ogni due minuti tutto si incasina.
          C’è anche il passo gara comunque, magari domani vedremo il bastonato Vettel di oggi massacrare il fenomeno Leclerc di oggi.
          Idem Sainz con Norris…

          Piace a 1 persona

          • Sainz ha detto che non aveva grip al posteriore quindi è regionevole supporre che abbia avuto qualche problema…Norris si è lamentato del vento ma nel complesso Ricciardo lo ha battuto solo di pochi centesimi
            Alla fine non benissimo, ma manco una tragedia…

            Piace a 2 people

  12. In qualifica Sainz non convince mai fino in fondo… e siamo 6-3 a favore di Norris …o 7-3

    Comunque , non siamo riusciti a migliorare i tempi della Q1 nella Q2

    Speriamo non si ripeta in Q3
    Che la forza sia con Lando

    Mi piace

  13. Confermare quanto visto oggi sarebbe una meraviglia .

    Pista come sempre perfetta per Mercedes che qui fa sempre impressione.

    Ma fotte sega, se torniamo corro nudo fino all’arresto 🤠

    Piace a 1 persona

    • Tempo fa (Anno Domini 2004) qualcuno disse ”se quest’anno la McLaren vincerà anche solo una gara, farò un giro di pista nudo”

      da gentiluomini gli concedemmo di coprirsi lo stretto necessario. 😀

      Piace a 2 people

  14. Leggo che sul passo gara siamo andati addirittura meglio della Ferrari, forse avevamo meno benzina
    In generale vedo commenti critici verso Binotto anche se anche Alfa ed Haas non sembrano in palla come in Austria. “A casa loro” non va quest’anno.
    Mercedes sull1 e 30 stavolta il terzo arriva a 20 secondi minimo.

    Piace a 1 persona

  15. GP che storicamente ci dice male.
    Tracciato misto che mette alla prova i valori reali .
    Sarebbe ottimo ribadire il vantaggio sugli altri, sarebbe sorprendente avvicinare i top 3.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...