Test Bahrain

Giorno 1 – Sainz/NorrisGiorno 2 – Norris
Pirelli test: Alonso (giorno 1); Sainz/Alonso (giorno 2)g

Pubblicato da McLaren BlogF1

https://mclarenblogf1.wordpress.com/

50 pensieri riguardo “Test Bahrain

    1. Scattata la prima foto al mondo di un buco nero. L’impresa, definita ‘lo scatto del secolo’ è dell’Event Horizon Telescope, un gruppo di otto radiotelescopi da terra che opera su scala planetaria. Questo incredibile risultato, cui l’Italia partecipa con Inaf e Infn, è stato presentato in una serie di sei articoli pubblicati in un numero speciale di The Astrophysical Journal Letters. L’immagine, spiega l’Inaf – che le due ricercatrici Elisabetta Liuzzo e Kazi Rygl nel team- rivela il buco nero al centro di Messier 87, un’enorme galassia situata nel vicino ammasso della Vergine. L’Eht vede la partecipazione di centri di ricerca di tutto il mondo ed è nato grazie a una collaborazione internazionale e progettato con lo scopo di catturare le immagini di un buco nero. La foto è la prima prova visiva diretta di un buco nero e della sua ombra. Si tratta, dell’immagine dell’orizzonte degli eventi del buco nero supermassiccio, con una massa equivalente a 6,5 miliardi di masse solari, che si trova a 55 milioni di anni luce dalla Terra, al centro della galassia Messier 87. Eht è una rete distribuita su tutta la Terra, composta da un insieme di radiotelescopi che lavorano in modo coordinato così da costituire un unico strumento di dimensioni globali con sensibilità e risoluzione senza precedenti. “Progettato proprio allo scopo di catturare l’immagine di un buco nero, oggi, 10 aprile, la collaborazione Eht, presenta, quindi, il coronamento del suo principale obiettivo scientifico” scandisce l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare che partecipa al progetto. L’Istituto Nazionale di Astrofisica, che è nel team di Eht, sottolinea dal suo sito istituzionale come l’Event Horizon Telescope sia “il risultato di anni di collaborazione internazionale e offre agli scienziati un nuovo modo di studiare gli oggetti più estremi dell’universo previsti dalla teoria della relatività generale di Einstein, proprio nell’anno del centenario dell’esperimento storico che per primo ha confermato questa teoria”.

      DE LAURENTIS (INFN) – “Questo straordinario risultato non solo ci regala la prima immagine di un buco nero, ma ci fornisce anche una prova diretta della presenza di buchi neri supermassicci al centro delle galassie e del motore centrale dei nuclei galattici attivi”. A spiegarlo è l’astrofisica Mariafelicia De Laurentis, ricercatrice dell’Infn e professore all’Università Federico II di Napoli, che come membro della collaborazione Eht ha coordinato il gruppo di analisi teorica dell’esperimento che ha permesso di realizzare la prima foto di un buco nero. “Queste osservazioni – prosegue la ricercatrice dell’Infn- vengono ora a costituire un nuovo strumento di indagine per esplorare la gravità nel suo limite estremo e su una scala di massa che finora non era stata accessibile”. La scienziata evidenzia infine che “dal punto di vista concettuale, il risultato rappresenterà uno strumento formidabile per studiare, confermare o escludere le varie teorie relativistiche della gravitazione formulate a partire dalla Relatività Generale di Albert Einstein”.

      ZWIRNER (ERC) – “È un risultato entusiasmante ed è una grande soddisfazione che a renderlo possibile sia stato anche un cruciale finanziamento dell’Erc”. E’ Fabio Zwirner, ricercatore dell’Infn, professore all’Università di Padova e vicepresidente dell’European Research Council (Erc), a commentare così l’annuncio della prima foto di un buco nero realizzata dalla collaborazione Event Horizon Telescope. “Attraverso un Synergy Grant del valore di 14 milioni di euro, un ristretto gruppo di ricercatori, Heino Falcke, Michael Kramer e Luciano Rezzolla, ha potuto creare una solida e preparata squadra di scienziati che, nell’ambito del progetto BlackHoleCam, ha svolto un ruolo chiave nel raggiungimento di questo straordinario traguardo scientifico” sottolinea Zwirner.

      DOELEMAN (HARVARD UNIVERSITY)- “Quello che stiamo facendo è dare all’umanità la possibilità di vedere per la prima volta un buco nero, una sorta di ‘uscita a senso unico’ dal nostro universo”. A rimarcarlo, in una dichiarazione riportata dal sito istituzionale Inaf, è il direttore del progetto Eht, Sheperd Doeleman, del Center for Astrophysics della Harvard University. “Questa è una pietra miliare nell’astronomia, un’impresa scientifica senza precedenti compiuta da un team di oltre 200 ricercatori” ha detto ancora lo scienziato.

      "Mi piace"

  1. Le voci su Alonso dimostrano che nel bene o nel male è un personaggio di cui la F1 ha bisogno. Io lo vedo di nuovo in F1 nel 2020 con 3 opzioni: Mclaren, Ferrari o Renault. Il suo non è stato un addio bensì un arrivederci.

    "Mi piace"

    1. Le strade sono chiuse purtroppo…
      Lasciamo a casa Sainz o Norris?
      La Mercedes punta su un quarantenne per il dopo Hamilton?
      La Ferrari che ha in casa Leclerc su cui affrontare il futuro prende Alonso?
      Renault che ha un cancello di monoposto e un presidente in galera, dopo che si è svenata per Ricciardo lo fa correre con Alonso???

      "Mi piace"

      1. Montezemolo voleva resuscitare Schumacher per affiancarlo allo spagnolo, ma figurati se il tedesco era così fesso da accettare
        e poi approdò in Mercedes pensando che Rosberg fosse più alla sua portata, ma non ci fu partita nemmeno in quel lido.
        Tuttavia Alonso è diverso! E’ un pilota ancora tremendamente forte nonché il più popolare con una marea di sostenitori e una marea di detrattori incalliti in stile hater soprattutto tra i fan di Vettel e di cui, onestamente, non se ne capisce il motivo! Comunque tutto questo si tramuta in business per il carrozzone della f1.

        Piace a 1 persona

  2. Mario Isola della Pirelli ha elogiato Alonso per il lavoro svolto durante in test in Bahrain affermando che lo spagnolo ha fornito moltissimi dati utili per lo sviluppo delle future mescole 🙂
    Speriamo che Nando abbia riservato qualche segreto per noi ahahaha 😀

    "Mi piace"

  3. Un pò di news:

    – Zak Brown a domanda risponde che dubita che potremo battagliare con RB quest’anno.
    Ha aggiunto che la distanza dai TOP3 è ancora troppo marcata ma è risicata tra la 4° e la 9° forza del campionato…Ci saranno GP ove saremo la 4° forza ed altri ove saremo la 9° (non ci voglio credere..)

    РLando Norris ha ammesso senza giri di parole che il passo gara della Mecca nei primi 2 GP ̬ ben oltre le aspettative che a Woking si nutrivano dopo i test pre-stagionali.

    – David Coulthard giura che se la Mclaren dovesse entrare in zona podio (favorita da alcuni GP tipo MonteCarlo o Mexico con la sua aria rarefatta pro- Renault ) reputa probabilissima la presenza di Nando in pista con noi….

    "Mi piace"

    1. Personalmente sono contento di leggere tutto questo ottimismo verso la McLaren, ma francamente non penso potremo lottare con la RB sulla lunga distanza…loro in questo momento non sono al top della forma (si parla di alcuni update necessari per migliorare il comportamento della vettura) ma non dimentichiamo il progettista che hanno, il budget che hanno, e il supporto (forse anche economico) di Honda.

      La McLaren sembrerebbe essere in fase crescente e certamente il gap dai primi si è ridotto rispetto al 2018, ma la nostra squadra non è ancora al completo…il nuovo direttore tecnico ha iniziato a lavorare solo da pochi giorni e il nuovo team manager arriverà solo a maggio….questa deve essere una stagione di crescita utile per rinforzarsi e capire fin dove possiamo arrivare dal punto di vista tecnico. Inoltre bisogna portare a bordo nuovi sponsor (che non bastano mai) …insomma, la strada da fare è ancora tanta, ma forse abbiamo smesso di brancolare nel buio…

      "Mi piace"

  4. Marko ammette che la rb15 ha un difetto telaistico piuttosto grave, ci vorranno settimane per risolverlo. Confida in Newey, ma non è sicuro che abbia la soluzione a portata di mano. Questo dimostra, se ce ne fosse bisogno, che cambiare motorizzazione, in quest’era ibrida, comporta rischi notevoli per chiunque, pure chi ha grandi risorse tecniche a disposizione. La RB 15 risulta instabile all’anteriore e al posteriore, con la tendenza a scivolare con le gomme soft. A Marko sta pure bene, visto che straparla. Sportivamente mi auguro che Newey risolva. Altrimenti un posto a Woking glielo trovano🤣🤣🤣

    "Mi piace"

    1. Non penso che il problema sia nell’integrazione della nuova PU…RB ha avuto tutti i dati che voleva tramite Toro Rosso…può darsi però che Newey abbia fatto il passetto più lungo della gamba qua e là creando qualche pasticcetto…

      Cmq si parla di settimane….cosa vuoi che siano….noi ci siamo dietro da anni…ahahah

      "Mi piace"

        1. Tamara???🤣🤣🤣ma cosa scrivo! Takata. In ogni caso credo ci siano assicurazioni a protezione da simili disavventure. Non credo nuova più di tanto al marchio, che non ne è responsabile.

          "Mi piace"

  5. Girano rumors che parlano di una clamorosa sostituzione di Vettel durante la stagione in corso(!)…nel caso non si riprenda dal blackout nel quale è finito dalla scorsa estate.
    indovinate chi prenderebbe il suo posto? Ma Lui…lo sciamano di Oviedoooooo!!!

    Piace a 1 persona

    1. Non ci credo manco se lo vedo…Vettel potrà anche essere sottovalutato ma rimane comunque un 4 volte campione del mondo, figurarsi se lo appiedano come un Grosjean qualunque…

      "Mi piace"

        1. Non lo credo neppure io: sono i soliti veleni che circolano quando le cose vanno male. E Vettel è palesemente in difficoltà con Leclerc in casa. Ora bisogna vedere cosa farà la Ferrari nel prosieguo.

          "Mi piace"

          1. Vedremo ma per ora non penso vogliano favorire Leclerc…è troppo presto….ma se le cose dovessero mettersi così Vettel potrebbe anche accasarsi altrove…

            "Mi piace"

          2. Non credo che Ferrari voglia favorire Leclerc, però sono già in difficoltà perché quest’ultimo, non avrebbe rispettato un ordine di scuderia, così si racconta e questo potrebbe riaccadere. Se Leclerc inizia a fare di testa sua, portando risultati, alla Ferrari sarà difficile bloccarlo se non al prezzo di figuracce.

            "Mi piace"

          3. Se Leclerc inizierà a fare di testa sua lo farà a suo rischio e pericolo…Ferrari lo ha portato dov’ e può anche cacciarlo a meno di risultati straordinari…specialmente al suo primo anno…

            "Mi piace"

          4. Sono solo un paio di gp…certe valutazioni vanno fatta alla lunga distanza…vedremo come evolverà la situazione 🙂

            "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: