GP Abu Dhabi – Yas Marina

AbuDhabi

Live Timing

Palinsesto SKY (Dirette)

Venerdì 23 novembre
10.00-11.30 – Prove libere 1, Sky Sport F1HD
14.00-15.30 – Prove libere 2, Sky Sport F1HD

Sabato 24 novembre
11.00-12.00 – Prove libere 3, Sky Sport F1HD
14.00 – Qualifiche, Sky Sport F1HD

Domenica 25 novembre
14.10 – Gara, Sky Sport F1HD

Palinsesto TV8/HD (differite)

Sabato 24 novembre
20.00 – Qualifiche, TV8

Domenica 25 novembre
21.15 – Gara, TV8

79 pensieri su “GP Abu Dhabi – Yas Marina

  1. Questa nuova partnership con il produttore di smartphone OnePlus sembra qualcosa di abbastanza importante…è notizia recente che l’11 dicembre McLaren e OnePlus organizzeranno un evento dove verrà presentato uno smartphone in edizione McLaren o_o

    Abbiamo trovato forse un nuovo main sponsor? O perlomeno uno sponsor che ci dia qualcosa in più di due adesivi e una pacca sulle spalle?

    "Mi piace"

  2. Ok, allora ricapitoliamo:

    -il report finanziario della McLaren dice che i problemi aerodinamici sono stati individuati e risolti
    -Fernando dice che i problemi aerodinamici sono stati individuati e risolti
    -I reali del Bahrain dicono che i problemi aerodinamici sono stati individuati e risolti

    io me le segno tutte…poi vediamo a febbraio come siamo messi 😀

    Piace a 1 persona

    • Vedremo…Io resto dubbioso fino a che non vedrò fatti concreti.
      È vero che la squadra tecnica si presenterà rivoluzionata, ma bisogna valutare i risultati.
      A proposito, ieri osservavo la mp4/28, in livrea papaya, con la quale Alonso effettuato alcuni giri: muso a parte, il posteriore dalla pance in giù è molto simile alla mcl33, 32 e via dicendo. Se guargiamo la m4/27 invece vediamo una filosofia molto diversa, con pance elaborate, ingressi ai radiatori circondati da una serie di soluzioni aerodinamiche molto complesse ed elaborate. Insomma, un’inversione assurda.
      Quindi spero che i progettisti abbiano preso atto…

      "Mi piace"

    • Giustamente continuano a parlare a sproposito…
      Del resto 5 anni di proclami sono pochi,no?

      Tristezza…Si cucissero quelle fogne di bocche e lasciassero parlare la pista una volta tanto!

      "Mi piace"

        • Ottimo Carlos!
          Credo che fino a Barcellona saranno solo speculazioni sull’aria fritta, ma comunque ci sono alcuni elementi in gioco per poter pensare che la MC34 sarà ben altro.
          In primis il fatto che da quest’estate si stanno testando particolari della macchina dell’anno prossimo.
          Poi, il complessomotore telaio molto più in simbiosi e terzo il cambio di filosofia progettuale che ci sarà sicuramente coi nuovi tecnici.
          Sarà un anno di transizione sicuro, credo che saremo da 5-6° posto ma sicuramente vedremo prestazioni migliori

          "Mi piace"

          • Mah!!…il fatto che durante il 2018 il team abbia rinunciato a realizzare una versione ‘B’ della 33 potrebbe lasciar intendere il fatto che persino loro hanno capito che era talmente un cess0 da non valer manco la pena di provare a migliorarla e dunque tutti gli sforzi dovrebbero essere stati concentrati sulla 34.
            Quello che mi preoccupa è che il progetto 34 è nato ancora dalle idee di Goss e Morris e dunque è bene tenere le aspettative ad un livello piuttosto basso.
            5-6° posto in classifica potrebbe essere un obiettivo realistico considerando che l’intergazione con la PU Renault migliorerà e che forse migliorerà un pochino anche il telaio :I

            ps. un intero servizio del tg5 sul debutto di Leclerc in rosso…subito ”velocissimo”, ”al top”, ”imprendibile” ecc… qualcuno gli dica di fare un bel respiro che la stagione è appena finita 😀

            Piace a 1 persona

            • Lasciando da parte i soliti boati trionfalistici della nostra stampa, passerei alle questioni di casa nostra. In effetti hai ragione, c’e da temere. Però è vero che Goss è stato estromesso da parecchio, quindi potrebbero aver preso le giuste contromisure o addirittura variato l’intero progetto. Mi auguro che si sia andati in questa direzione, il tempo c’era. Sulla 33 credo non ci fosse nulla da fare, come le balene precedenti, quindi hanno lasciato perdere. Mi aspetto un taglio netto, certo non con risultati strabilianti perché cambiare strada implica ulteriori correzioni, affinamenti e via dicendo. E poi attendiamo ancora Key che sicuramente non arriverà prima di marzo. Da allora impiegherà qualche mese ad integrarsi e capire la direzione da prendere. Se poi dovesse arrivare pure Seidl dovremmo comprendere anche che assetto prenderà l’area tecnica. A me pare, che la McLaren stia operando sul settore indicato da Barnard, cioè la matrice progettuale, perché è lì che abbiamo perso terreno e siamo stati incapaci di aggiornarci.

              Piace a 1 persona

              • il tempo c’era……forse.
                Non so di preciso quando inizi la progettazione di una nuova monoposto, ma se per caso il concetto base fosse già stato definito da Goss & Co., potrebbero comunque esserci degli strascichi…per avere una filosofia completamente nuova bisognerà aspettare Key e il 2020….secondo me la 34 potrebbe essere ancora un ibrido Goss-Morris-Fry-Prodromou…(orrore! )

                "Mi piace"

                • Di solito si comincia a progettare la monoposto dell’anno seguente in primavera, praticamente quando comincia il mondiale, però si è a livello di “idea”, credo che il primo “manichino” sia pronto in questo periodo…
                  Da qui si deduce che la balena di quest’anno, quando Renault ci mandò la PU era già bella che pronta per la PU Giapponese…
                  La balena di quest’anno era stata progettata senza sapere che PU avrebbe montato, in primavera/estate si parlava di divorzio e corteggiamento alla Mercedes.
                  Presumo che Alonso quando ha detto di correre ancora con la monoposto del 2017 intendesse questo.
                  Non c’è mai stato un progetto 2018.
                  Giusto una spuntatina al muso in Spagna, che doveva essere pronta per la prima gara, e che nonostante le barrette di cioccolato non hanno fatto in tempo…

                  "Mi piace"

                  • Si probabilmente il progetto iniziale era stato preparato con la PU Honda in mente, poi con tutto il trambusto che c’è stato ci si è accorti che non c’era abbastanza tempo per riprogettare tutto e si è optato per fare gli adattamenti essenziali per opsitare la PU francese……fa molto McLaren 😀

                    Alla faccia di Boullier e del suo ”siamo indietro di 2 settimane…”

                    "Mi piace"

  3. Confermato Albon in Toro Rosso per il 2019 🙂
    Dunque i primi 3 classificati della F2 avranno tutti in posto in F1 l’anno prossimo

    (nel frattempo, Ocon…. 😦 )

    "Mi piace"

  4. E così abbiamo terminato questo 2018, che per certi versi segna la chiusura di un intero ciclo mclaren, ciclo fallimentare. Nel 2019 ci presenteremo con un organico tecnico ampiamente ridisegnato, una linea piloti del tutto nuova e forse altri elementi al momento non noti. Si spera che cambi pure la tendenza. Da salvare in questo ciclo resta unicamente Alonso al quale va tutta la mia stima e anche le scuse da tifoso per non avergli mai Sato un mezzo all’altezza. Grazie Fernando, di tutto!

    Piace a 2 people

  5. Dunque la chiave è un affare concluso! Con Key abbiamo un nuovo elemento per me validissimo, nostro malgrado per la McL 2019 avrà potuto fare meno di niente.
    Sono sicuro che comunque il Team ha capito il grosso dei problemi che andavano corretti.
    .
    I piloti nuovi piloti sono bravi!
    Sainz una certezza, tra i più massicci e consistenti in assoluto sul passo gara, forse gli manca quel decimo in qualifica ma non è un problema.
    Norris da validare ma potrebbe risultare anche un nuovo fuoriclasse e comunque, di sicuro, non è una schiappa!
    .
    E la chicca spero sia questa💖 https://www.motorsport.com/f1/news/alonso-test-2019-mclaren-car/4302440/

    "Mi piace"

  6. Alonso… adios amigo y muchas gracias! Bella la scena finale con la parata, la F1 ha perso uno dei suoi personaggi più carismatici di sempre nel bene e nel male, forse è difficile da gestire come carattere e ciò gli è stato da ostacolo nel corso della sua carriera ed ha raccolto meno del suo talento per me alla pari di Hamilton. Troppo forte alla fine quando gli hanno comunicato che poteva fare decimo e prendere un punto ed ha risposto” un punto, ma se ne ho fatti più di 1000!”
    Vandoorne mi è piaciuto quando è stato attaccato da Ocon e da Grosjean con gomme più fresche, avesse corso sempre così…
    Ora dal passato andiamo verso il futuro e vediamo la giornata di Carlos Sainz e Lando Norris.
    Lo spagnolo ha fatto una gara della madonna ed ha staccato il gruppetto degli “altri” legittimando il 4° posto Renault.
    Norris ha fatto un ottimo secondo posto in gara 2 che gli è valso il sorpasso sempre per la seconda piazza sul futuro (al 90%) pilota Toro Rosso , l’Anglo -Thailandese Alexander Albon.
    Per me i due valgono e vedremo nei prossimi due giorni cosa faranno nei test. Speriamo che possano disporre di un mezzo veramente competitivo ma questo lo intuiremo solo coi test a metà febbraio di Barcelona!

    Piace a 1 persona

  7. Ultima gara della stagione, ma soprattutto ultima gara di Fernando Alonso in F1…

    Ricordo bene la stagione 2001…in McLaren eravamo alle prese con una Mp4-16 complicata e con il ritiro di Mika…per noi tifosi era un momento piuttosto difficile perchè restavamo orfani del nostro pilota di punta e nel contempo la squadra sembrava aver perso la competitività che solo un paio di anni prima ci aveva portato al titolo.
    Nel frattempo, però, in Minardi debuttava questo giovane spagnolo…prima gara subito col botto…19mo in qualifica con una vettura pessima e poi tutta una serie di magie durante la stagione, culminate con l’11mo posto a Suzuka…53 giri da qualifica, come li definì Stoddart.
    Poi un anno sabbatico come collaudatore Renault e nel 2003 il ritorno, di nuovo in grande stile…pole in Malesia, vittoria in Ungheria, il più giovane di sempre!
    Poi 2005-2006…gli anni d’oro dei trionfi con Renault e delle lotte con Raikkonen e Schumacher, 2 titoli combattuti e vinti con merito…ancora una volta, il più giovane di sempre.
    Nel 2007 l’arrivo in McLaren…subito una vittoria in Malesia e una stagione che sembrava destinata ad essere trionfale, complice una McLaren altamente competitiva…memorabile anche la vittoria in solitaria a Monaco…ma poi iniziarono i guai. Spy story, la rivalità con un Hamilton veloce e aggressivo, le incomprensioni con Dennis….la stagione finisce in un disastro con la squalifica dal mondiale costruttori e la sconfitta bruciante nel mondiale piloti. A fine stagione la McLaren sceglie di riporre la propria fiducia in Hamilton e Fernando arrabbiato e frustrato torna in Renault.
    2008-2009…un paio di anni difficili con una Renault poco competitiva, ma nonostante tutto arrivano 2 vittorie e un altro paio di podi insieme però ad altre polemiche legate al crash-gate di Singapore.
    Nel 2010 si apre un nuovo capitolo per Fernando, che sbarca in Ferrari. La squadra sembra competitiva, c’è voglia di vincere e si parte subito con una vittoria in Bahrain. Si assiste però all’ascesa della Red Bull e di Vettel…Alonso lotta come un leone fino alla fine, arrivando persino all’ultima gara con una chance concreta di vincere il suo terzo titolo, ma il gp di Abu Dhabi prende una brutta piega, la Ferrari sbaglia strategia e il titolo va a Vettel, un’altra cocente delusione.
    Dal 2011 al 2014 la Red Bull fa incetta di titoli e a poco valgono gli sforzi dei rivali…per Fernando altri 3 anni di ”purgatorio” coronati comunque da diversi podi, alcune vittorie e il 2°posto nel mondiale nel 2012 e nel 2013.
    Nel 2015, poi l’incredibile ritorno in McLaren. Dopo la debacle del 2007 c’è un certo scetticismo, ma lo spagnolo sceglie comunque di dare fiducia al nuovo progetto Honda. La scelta, purtroppo, si rivelerà poco saggia. Gli anni a seguire di rivelano difficilissimi, con un motore ed una monoposto del tutto inadeguati al livello di competitività richiesto per lottare al top. Ancora una volta però, nonostante tutto, Fernando continua a lottare come un leone contro tutto e contro tutti anche solo per pochi punti o per un piazzamento in q3.
    E infine si arriva al 2018, un’altra stagione da dimenticare, l’ultima in f1 per Alonso che sceglie di lasciare un circus ormai incredibilmente diverso da quello che aveva trovato nel 2001.

    Guardando indietro si può dire senza dubbio che Alonso abbia avuto una carriera leggendaria, coronata da tanti trionfi, titoli e vittorie memorabili, ma anche da tante, tantissime batoste…titoli persi per un soffio, cambi di scuderia fallimentari e tante occasioni perse.
    Di sicuro, nella memoria di tutti noi tifosi resterà impressa, oltre al il suo innato talento, anche la sua straordinaria capacità di non mollare mai, nemmeno per un istante, anche quando la posta in palio non era altro che un misero posto in zona punti.
    Penso anche di poter dire che nella memoria di noi tifosi McLaren, Alonso avrà sempre un posto speciale…purtroppo i risultati raccolti insieme non sono mai stati quelli sperati, ma negli ultimi anni la squadra ha costruito un rapporto davvero speciale con Fernando, rapporto che continuerà con la nuova avventura ad Indy, con qualche test in f1 nel 2019, e chissà…dato che Nando ama sorprenderci, magari anche con un inaspettato ritorno! 🙂

    Fino ad allora, arrivederci Fernando, e grazie! 🙂

    #graciasFernando

    Piace a 2 people

  8. Molti rumor del weekend indicano che Andreas Seidl (ex team principal di Porsche LMP) sia in procinto di sbarcare in McLaren

    Fosse vero sarebbe un bel colpo…dalle nostre parti c’è disperatamente bisogno di efficienza teutonica…

    Piace a 2 people

    • Notizia avvalorata da fonti tedesche e dal silenzio della McLaren a fronte delle domande al riguardo. Brown ha confermato che Key sarà a Woking nel 2019.
      Ma l’arrivo di Seidl, nel caso, non vi induce qualche pensiero? Porsche non ha chiuso ufficialmente il progetto f1…e se mclaren e porsche volessero seguire una strada simile al tag-porsche anni 80, cioè un motore su commissione mclaren, ma senza che porsche debba impegnarsi in toto? Magari Seidl potrebbe diventare un utile raccordo tra le due realtà. Chiaro, i miei sono castelli in aria, ma dai, giusto per alimentare le speculazioni invernali. Comunque l’arrivo di Seidl rappresenterebbe un passo importante. A seguire spero s’investa pure in infrastrutture.

      Piace a 1 persona

  9. Confrontando le qualifiche 2017 a quelle 2018 si evidenziano alcune cose :

    Mercedes,Ferrari,RB,Renault,Force India e Toro Rosso sono migliorare tra 1,3 e 1,7

    McLaren migliora di 9 decimi .

    Williams non migliora.

    La cosa più sconvolgente è che Hass e Sauber sono migliorate di 3 secondi !!!

    Una roba mia vista a memoria …. pensando al 2019 credo che con l’incognita Honda e i singhiozzi Renault potrebbe saltar fuori qualche sorpresa .
    L’unica certezza che mi sento di dire è che Sainz e Lando sembrano perfette incognite affini ad un futuro sempre più inquietante .

    Ps Hamilton oggi mostruoso

    "Mi piace"

      • Eh ma capisci bene che se la Ferrari 2017 va più forte di 2/3 delle vetture 2018 tanto vale andare tutti in GP2 i divenire clienti …
        Ok copiare ma la McLaren ha 2 o 3 volte le risorse di Alfa e Hass, idem Renault …

        "Mi piace"

        • Ma di fatto la F1 è già spaccata in categorie…tra i primi 2 e il resto c’è un abisso…dico 2 perchè Red Bull si aggrappa solo ai telai di Newey, altrimenti sarebbero pure loro nel limbo con Renault, Force India e tutti gli altri…

          Poi ok le risorse, ma le risorse bisogna anche saperle usare…McLaren evidentemente, vuoi per mancanza di leadership, vuoi per progettisti inetti, vuoi per tutte e due le cose, non è stata in grado di usarle.
          Guarda com’era andata a Toyota ai tempi che furono…miliardi su miliardi, tecnologia ovunque, ma usati in un modo tale da non produrre niente.
          Renault sta crescendo, ma loro non ci stanno mettendo le stesse energie di Ferrari e Mercedes…e si vede, dunque persino un telaio Ferrari 2017 (accoppiato ad un motore sempre Ferrari 2017) può dar loro filo da tocere…

          Piace a 1 persona

      • Non mi soprende visto che la Haas 2017 era la Ferrari 2016. Se confrontiamo i tempi delle pole pre 2017 ci rendiamo conto che stiamo parlando di un’altra era. Nel 2016 la pole fu 1’38″755 (Hamilton) ,il primo a scendere sotto l’1 e 40 nell’era ibrida!
        Nel 2011 Vettel fece 1.38.5 e quello era il record fino a 365 giorni fa. L’anno scorso Bottas 1.36.2 ,due sec. e 1/2 sotto e se ci sommiamo motore con qualche cavallo in più e le gomme Hypersoft più di 3 sec.al giro escono eccome ed ecco anche spiegato l’INCREDIBILE 1.34 e 794 di Lewis oggi, 6 secondi in meno in tre anni!
        Quanto alla McLaren se facciamo un confronto con l’anno passato addirittura Vandoorne ha migliorato di soli 2 decimi, cioè ha avuto un mezzo INFERIORE se consideriamo Power Unit e mescola ipermorbida. Siamo tecnologicamente 1 anno e mezzo indietro !
        Non so voi ma io il 2019 lo vedo male, per me il settimo posto sarà un obiettivo al massimo della nostra portata, magari evolveremo durante la stagione ma i primi gran premi saremo dove siamo ora, a gettare il sangue per la Q2!

        Piace a 1 persona

  10. Spiace davvero perdere un pilota simile …. spiace perderlo con un 15simo posto nelle ultime qualifiche .

    Il suo 1.37.700 é più veloce di 1 secondo rispetto al tempo segnato l’anno scorso con la Mcl32-Honda … E considerando cosa era il motore Honda l’anno scorso fa capire quanto schifo faccia questa vettura …
    Inquietante pensare che alla Mcl34 lavorerà gente che ha confezionato questo scempio .

    Malinconia per Alonso ma sollievo per Vandoorne … Pensavo fosse Kovalainen 2.0 invece credo proprio che il belga sia stato il peggior pilota McLaren che io abbia mai visto in 25 anni …. A mai più rivederci.

    Piace a 1 persona

    • La 34 per me potrebbe essere una sorta di ibrido…il team dice di aver capito cosa è andato storto, ma è anche vero che Goss è stato silurato quando la progettazione della vettura 2019 era già iniziata, e dunque la filosofia ‘cetaceo’ potrebbe ancora essere presente in qualche forma…per vedere un concetto totalmente nuovo si dovrà aspettare il 2020 e l’arrivo di Key (previsto, è notizia di questi giorni, a 2019 già iniziato)

      Alonso lascia la f1 ma non la McLaren…si dice che ci siano buona probabilità che possa testare la 34 per aiutare il team, e poi c’è tutto il discorso Indy…insomma, anche da ‘ex’ Fernando continuerà a far capolino in quel di Woking 🙂

      Vandoorne semplicemente non è abbastanza veloce, e non avendo nemmeno sponsor munifici alle spalle non ha alternative…ma alla fine è una cosa indolore… a lui non mancherà la McLaren e alla McLaren non mancherà lui…tanti saluti e buona vita :I

      Piace a 2 people

  11. Ultimo giorno di scuola, per noi è come stare in una classe piena di bulli e professori stronzi senza riscaldamento. 🙂
    Ho visto le fp3, solita lotta tra noi e Wiliams con qualcuno del gruppo intermedio risucchiato nella bagarre con le due decadute (per ora) britanniche , copione che ormai dal Gp di Francia è una costante.. L’unica cosa che spero è che la Force India non faccia il colpaccio in zona Cesarini superandoci e che la pole sia di Verstappen e la vittoria di Bottas.
    Detto questo tra 24 ore questo 2018 finalmente entrerà nel dimenticatoio, unica cosa da ricordare IMHO è Hamilton che raggiunge Fangio, il resto solito piattume degli ultimi 4-5 anni .

    Piace a 1 persona

      • E che vuoi scrivere? Ormai si pensa al 2019…in pista Mercedes gioca al gatto col topo…Hamilton sfodera il numero 1 sul musetto…
        Sai che emozione 😂😂

        "Mi piace"

      • Non c’è molto da scrivere, abbiamo già detto quasi tutto su questo 2018. Abu Dhabi è importante unicamente per salutare Alonso: un pilota che avrebbe meritato ben altro ed ha raccolto veramente poco rispetto alle sue capacità. La nostra situazione invece desta solo malinconia, per i successi del passato, per i grandi che sono passati per questa squadra. Per altro la crisi della McLaren rispecchia il decadimento della f1, ingessata da regolamenti osceni, motori altrettanto folli, carenza di sponsor di rilievo, caduta dell’interesse.
        Spero che il 2019 vada meglio, non ci vorrebbe molto, tuttavia mantengo le aspettative bassissime. La squadra passerà attraverso una rivoluzione tecnica ancora da decifrare. Per altro non sappiamo ancora quando James Key si unirà al team. La mcl34 sarà compito di Fry e Prodromou.

        "Mi piace"

Rispondi a Massimo Sona Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...